venerdì 23 settembre 2016

Ti consiglio un libro #27 - Un libro che mi ha fatto venire i brividi

Questa è una rubrica nata per far conoscere dei libri senza un criterio particolare. Un paio di volte al mese troverete i nostri (Baba, La Libridinosa, Un libro per amico, La Biblioteca di Eliza) consigli sui rispettivi blog. Questa settimana vi consigliamo un libro da brivido.



Titolo: Lo strano caso dell'orso ucciso nel bosco
Autore: Franco Matteucci
Casa Editrice: Newton&Compton
Pagine:261
Prezzo: 9,90€

La mia recensione: qui

TRAMA:
Una nuova straordinaria indagine dell'ispettore più amato dagli italiani
Un corpo senza vita giace sulla neve nell’apparente tranquillità del bosco. Accanto al cadavere, sul tronco di un albero, è stato inciso un cuore con all’interno il nome della vittima e una lettera greca. L’assassino ha lasciato la sua firma, un segno destinato a ripetersi e a seminare il panico tra i vicoli del paesino di montagna. L’ispettore Santoni, però, non riesce a indagare con la sua solita lucidità. Qualcosa – qualcuno – offusca la sua mente investigativa. E intanto il crimine continua a spandersi come una macchia di sangue, lentamente ma inesorabilmente. Gli abitanti di Valdiluce hanno paura: la loro cittadina, che una volta era un posto tranquillo e rilassante, rischia di trasformarsi nella tana di un pericoloso serial killer. Il tempo stringe per Marzio Santoni: stavolta in gioco c’è la vita di tutta la valle…

Non è che questo libro mi abbia fatto letteralmente venire i brividi, sicuramente ho letto libri più "spessi", ma mi ha colpito lo stile narrativo; sopratutto il passaggio naturale da giallo a thriller. E'

giovedì 22 settembre 2016

Oggi in libreria "Il Regalo" di Eloy Moreno

Buongiorno a tutti carissimi lettori. Speravo oggi di riuscire a postare una recensione fresca fresca, ma purtroppo con la chiusura della mia tappa della Challenge 2016 "Le LGS Sfidano i lettori" non sono riuscita a dedicarmi anima e corpo alla lettura. Ma presto potrete leggere il mio pensiero a riguardo.
Questo romanzo però ho iniziato a leggerlo, e vi assicuro, almeno per il momento, ne vale la pena. Vediamo insieme di cosa si tratta:

IL LIBRO:


Titolo: Il Regalo
Autore: Eloy Moreno
Casa Editrice: Corbaccio
Pagine: 400
Prezzo: 18,60€
Pubblicazione: 22 settembre 2016

LA TRAMA:

Un uomo esce di casa per andare a lavorare. Ha una vita normale, di quelle che si possono considerare «fortunate»: ha una moglie, un lavoro, degli amici. E ha anche una ragione particolare per sentirsi felice: ha un macchina nuova. Ma all’autogrill dove si ferma per fare colazione gliela rubano. Ed è l’inizio di una vicenda sconvolgente, che lo porterà a perdere tutto: portafogli, cellulare,

mercoledì 21 settembre 2016

Recensione - "Cinque quarti d'arancia" di Joanne Harris

Se la Harris non ci fosse, bisognerebbe inventarla. Una delle mie autrici straniere preferite. Oggi vi parlerò di uno dei primi romanzi che ha scritto, nel lontano 2000, quando ancora la moda della cucina e del cibo all'interno dei libri era lontana.





Titolo: Cinque quarti d'arancia
Autore: Joanne Harris
Casa Editrice: Garzanti
Pagine: 416
Prezzo: 9,90€
Pubblicazione: 2000
Genere: Narrativa Contemporanea 




Notizie sull'autrice:
Joanne Harris è nata, da padre inglese e madre francese, nello Yorkshire, dove attualmente vive. Si è laureata al St Catharine's College di Cambridge, dove ha studiato francese e tedesco medievale e moderno. Fino al 1999 ha insegnato francese nelle scuole secondarie di Leeds.
I suoi libri sono tutti editi in Italia da Garzanti. Oltre a Chocolat, il suo romanzo d'esordio apparso nel 1998, tradotto in tutto il mondo e da cui nel 2001 è stato tratto l'omonimo film, ha pubblicato Vino, patate e mele rosse (1999),Cinque quarti d'arancia (2000), La spiaggia rubata (2002), La donna alata (2003), Profumi, giochi e cuori infranti (2004), Il fante di cuori e la dama di picche (2005), La scuola dei desideri(2006), Le scarpe rosse (2007), Le parole segrete (2008), Il seme del male (2009), Il ragazzo con gli occhi blu (2010). È anche autrice, con Fran Warde, di Il libro di cucina di Joanne Harris (2003) e di Al mercato con Joanne Harris. Nuove ricette dalla cucina di «Chocolat» (2007).

Chi è Framboise Dartigen? Ormai è una signora leggermente attempata, che da qualche hanno è tornata nel suo piccolo paese d'origine, bagnato dalle limose acque della Loira. Boise ci sa fare con le materie prime, ha ereditato da sua madre Mirelle una discreta fantasia in cucina, oltre che ad un album contenente delle ricette stratosferiche. C'è una piccola Creperia, all'interno del suo cascinale, frequentatissima grazie ai sapori e alla genuinità delle pietanze. Ma Framboise è una donna schiva, vedova inconsolabile, con chissà quale segreto da custodire.

lunedì 19 settembre 2016

Recensione - "La felicità è una pagina bianca" di Elisabeth Egan

Buongiorno lettori, eccomi tornata dalle vacanze! Fatte, volate, finite. Purtroppo però la mia prima recensione non è molto positiva. Uno dei libri che più ho faticato a leggere. Peccato, poteva essere amore e invece...era un calesse.





Titolo: La felicità è una pagina bianca
Autore: Elisabeth Egan
Casa Editrice: Nord 
Pagine: 414
Prezzo: 16,60€
Pubblicazione: 2016
Genere: Narrativa Contemporanea 




Notizie sull'autrice:
Elisabeth Egan è la responsabile  della rubrica letteraria di Glamour. Inoltre scrive recensioni per le più importanti testate americane: da People al Publishers Weekly, dal New York Times al Los Angels Times, dal Washington Post al Chicago Sun-Times. Attualmente vive nel New Jersey. Il suo sito è www.elisabethegan.net


Alice Perse è una lettrice, lavora part time per una rivista e ha ben tre figli. Un marito che di punto in bianco sbrocca e scaraventa un pc per terra durante una riunione. Era un avvocato e guadagnava discretamente bene, oggi è disoccupato, nonostante abbia deciso di aprire uno studio tutto suo.
Alice deve trovare un impiego che permetta a tutta l'allegra banda di pagare le bollette e mettere un po' di cibo sotto ai denti. Lo troverà? Oh siiii, eccome. Sarà risucchiata dal vortice "mamma-moglie in carriera" e diventerà un perfetto burattino dell'azienda. sacrificherà tutto, senza nemmeno rendersene conto. Il suo egoismo toccherà vette altissime e lei riuscirà ancora a colpevolizzare qualcun altro.

lunedì 5 settembre 2016

CHIUSO PER FERIE FINO AL 19 SETTEMBRE


Buongiorno lettori, anche il mio momento è arrivato, le vacanze sono ormai giunte e io cercherò di ricaricare le pile (mini stilo eh!).
Vi starete chiedendo perchè a settembre? Beh perchè avrò problemi di connessione, quindi ho colto la palla al balzo. Carpe diem è il mio motto.

Donne della Challange LGS : non vi preoccupate, il file lo aggiornerò comunque e continuate tranquillamente a scrivermi in privato nel caso doveste avere dubbi o domande, o semplicemente per tenermi un po' di compagnia. Io vi risponderò più che volentieri.
La pagina Facebook non andrà in vacanza, quindi gli aggiornamenti sulle mie letture li potrete leggere con regolarità. 

Poi chissà, magari il 19 potrebbe anche aspettarvi una sorpresina...vedremo! 

Vi abbraccio. Ci rileggeremo prestissimo.

Buone vacanze a me :-)


sabato 3 settembre 2016

Recensione - "La sposa scomparsa" di Rosa Teruzzi

Buongiorno lettori!! Non vedevo l'ora di scrivere questa recensione. Ho ricevuto questo romanzo in anteprima dalla casa editrice Sonzogno che ringrazio (gentilissima Valentina) e non vedevo l'ora di parlarvi di questa autrice che ho appena avuto modo di "conoscere". Lo potrete trovare in libreria a partire dall'8 settembre.





Titolo: La sposa scomparsa
Autore: Rosa Teruzzi
Casa Editrice: Sonzogno
Pagine: 176
Prezzo: 13,00€
Pubblicazione: 8 settembre 2016
Genere: Giallo




Notizie sull'autrice:
Rosa Teruzzi ( 1965 ) vive e lavora a Milano.
Ha pubblicato diversi racconti e tre romanzi. Esperta di cronaca nera, è caporedattore della trasmissione televisiva Quarto Grado ( Retequattro ). Per scrivere si ritira sul lago di Como, in un vecchio casello ferroviario dove colleziona libri gialli.

Un vecchio casello ferroviario trasformato in abitazione con annesso un atelier dei fiori, una Milano periferica affacciata sui navigli, tre donne appartenenti a tre generazioni differenti che condividono lo stesso spazio abitativo: Vittoria, Libera e Iole. La prima lavora in polizia, carattere introverso e schivo, pochi sorrisi e tanta determinazione. La seconda è la mamma di Vittoria, rimasta vedova a causa di un incidente "sul lavoro" è una persona che non ha mai cercato una compagnia e si è sempre solo dedicata ai suoi fiori, ai romanzi e alla famiglia rimasta. Iole è la madre di Libera, una quasi settantenne che predica l'amore libero, fuma qualche canna e non ha peli sulla lingua.

L'8 agosto 1988  scompare Carmen Minardi, giovane sposa di 34 anni, sparita nel nulla senza lasciare traccia alcuna. Chi l'avrà fatta sparire? Sua madre, a distanza di ben ventisei anni non accetta che il caso sia stato archiviato, vuole ritrovare sua figlia o almeno vuole un nome: quello dell'assassino. Così si reca al vecchio casello e cerca disperatamente Vittoria, che è un ispettore ed è l'unica a poter riaprire le indagini. Ma...la giovane poliziotta non sembra dell'idea, così Libera e Iole potrebbero avere un peso non da poco, tirandosi su le maniche, chi per pura curiosità e chi per spirito di comprensione.

Questo piccolo giallo è da leggere, anche solo per i tre personaggi femminili che popolano l'intera vicenda. Tre donne diversissime, anche se sono sangue dello stesso sangue. Vi devo veramente scrivere quale delle tre ha intrattenuto meglio le mie ore?
Beh la nonnina ha un fascino indiscusso e una vitalità contagiosa, schietta e sicura sa bene quello che vuole e quello che deve fare. Insomma, avrà anche le zampe di gallina intorno agli occhi (non ne ha mai voluto sapere del botulino e similari) ma è quella che tiene su tutta la baracca.
Libera è dolce, timorosa, ma sopratutto teme le reazioni della figlia, non farebbe nulla per dispiacerle: già ha perso il padre in tenera età, non sarebbe giusto arrecarle un altro trauma. Proprio per questo motivo la sua vita procede lenta e senza grandi emozioni. Fino ad oggi.

Un giallo che non è solo un'indagine e basta, ma è dettagliato, le vite delle protagoniste sono descritte con arguzia  e maestria, tutto ciò che riguarda la ricerca della verità è avvincente, divertente, non convenzionale.
Rosa Teruzzi è una brava narratrice, la sua penna è invidiabile e ha scritto una di quelle storie affascinanti che piacciono proprio a me. Senza mai sbrodolare ha raccontato tutto quello che c'era da sapere, comprese delle piccole descrizioni di Milano, una città che nasconde angolini rilassanti e godibili, nonostante sia famosa per il suo caos oltre che per i suoi monumenti ovviamente.
Consigliato, questo è sicuro.

VOTO:

Punti forti:

  • Lo stile narrativo, le descrizioni brevi ma comunque accurate, che mostrano al lettore tutto quello che c'è da sapere senza troppi merletti.
  • L'indagine mi ha convinta, fino alla fine. 
  • L'iniziativa presa da terzi, al di fuori della polizia. Ecco sono gialli non classici che stuzzicano il mio appetito, tre donne che si buttano a capofitto in un'indagine difficile, i loro battibecchi che fan sorridere il lettore. Ho detto tutto.

E niente, lo troverete in tutte le librerie l'otto settembre, mi raccomando segnate la data sulla vostra agenda. 

giovedì 1 settembre 2016

Riepilogo mensile #7 - Agosto 2016

Buongiorno mie cari amici virtuali e non, è trascorso un altro mese e  purtroppo non è stato ricco come quello precedente a livello di quantità. Per quanto riguarda la qualità invece...nulla da obiettare! 


2 libri omaggiati dalle CE - uno digitale e uno cartaceo
3 libri cartacei che ho utilizzato per le varie sfide di lettura

Agosto non ha nessun libro da Yabadabadoooo, ma comunque 4 libri su 5 da consigliare.

Eccoli qua!!




Titolo: PCome tu mi vuoi
Autore: Greta Simeone
Casa Editrice: Corbaccio

Recensione: qui

Fascetta: una brillante commedia sexy che allieta meravigliosamente pomeriggi piovosi
Voto: 4,5 su 5






Titolo: La vedova
Autore: Fiona Barton
Casa Editrice: Einaudi

Recensione: qui

Fascetta: Deludente come thriller ma un giallo molto piacevole
Voto: 3,5 su 5






Titolo: La libreria degli amori inattesi
Autore: Lucy Dillon
Casa Editrice: Garzanti
Recensionequi

Fascetta: Amicizia, amore, cagnolini. Troppo lungo per il suo reale contenuto.
Voto: 2 su 5


Titolo: Chiedi alla polvere
Autore: John Fante
Casa Editrice: Einaudi

Recensione: qui

Fascetta: un classico moderno da degustare con calma e apprezzare nella sua totalità una volta terminato.
Voto: 4,5 su 5





Titolo: La sposa scomparsa
Autore: Rosa Teruzzi
Casa Editrice: Sonzogno

Recensione: on line dal 3 settembre

Fascetta: Un giallo divertente, capitanato da tre donne che vorrei conoscere di persona.

Voto: 4,5 su 5




Dunque? Voi avete letto qualcuno di questi romanzi? Ma sopratutto, durante questo caldo agosto, quanti libri avete letto?


mercoledì 31 agosto 2016

Recensione - "Chiedi alla polvere" di John Fante

Buongiorno a tutti, oggi vi parlerò di un romanzo classico, che però io non conoscevo. Chiedi alla polvere di Fante mi è stato vivamente consigliato da alice Basso e io ho preso la palla al balzo!!





Titolo: Chiedi alla polvere
Autore: John Fante
Casa Editrice: Einaudi
Pagine: 234
Prezzo: 13,00€
Pubblicazione: 2004 per Einaudi - (1980 SugarCo)
Genere: Letteratura Americana 




Notizie sull'autore:
John Fante è nato in Colorado all'inizio del Novecento, figlio di un abruzzese emigrato in America nel 1901. Dopo un'infanzia turbolenta, si diploma e inizia a fare lavoretti precari, tra cui il tuttofare per uno studio professionale, lo sguattero in bar e ristoranti e l'operaio in una fabbrica di pesce in scatola. Stanco della provincialità di Boulder, si trasferisce a cercar fortuna a Los Angeles, nel 1930. Qui inizia a frequentare l'Università: non è uno studente brillantissimo, ma si avvicina alla scrittura e alla sceneggiatura (prende i primi contatti con Hollywood: sarà poi sceneggiatore anche per Dino De Laurentiis). Del 1936 è il suo primo romanzo, La strada per Los Angeles, che però sarà pubblicato postumo (nel 1985 in America, mentre in Italia uscirà nel 1996 per Marcos y Marcos e nel 2005 per Einaudi). L'anno successivo si sposa con Joyce Smart, dalla quale avrà ben quattro figli. Ciò non gli impedisce di dedicarsi alla scrittura: il vero romanzo d'esordio è Aspetta primavera, Bandini (Marcos y Marcos, 1996 ed Einaudi, 2006) uscito nel 1938 e subito foriero di grandi consensi; seguito l'anno successivo da Chiedi alla polvere (Marcos Y Marcos, 1996 ed Einaudi, 2004). Intanto collabora con i servizi d'informazione statunitensi, e nel 1952 vede la luce il suo quarto romanzo Full of life (Marcos y Marcos, 1999 ed Einaudi, 2009). Tra gli altri suoi romanzi ricordiamo Bravo, Burro! (1970, Einaudi, 2010), La confraternita dell'uva (1977, Marcos y Marcos, 1996 ed Einaudi, 2004), Sogni di Bunker Hill (1982, Marcos y Marcos, 1996 ed Einaudi, 2010). Del 1940 è invece il racconto Dago Red (Marcos y Marcos, 1997 ed Einaudi, 2006).


Chi è Arturo Bandini? Beh l'autore del racconto Il cagnolino che ride. Che domande. Non conoscete Arturo Bandini?? Che branco di smidollati, ignoranti e capre. Bandini è il miglior scrittore di tutti i tempi, diventerà ricco e famoso e imbecilli sono tutti coloro che non mostrano rispetto verso la sua sorprende scrittura. 

martedì 30 agosto 2016

BLOGTOUR "La distanza tra me e te" di Lucrezia Scali - PRIMA TAPPA



Buongiorno lettori come state? Oggi iniziamo quest'ultimo martedì di agosto con una succosa sorpresa: un bel Blogtour + Giveaway.  
Di cosa si tratta? Ehhh vi ricordate di Lucrezia Scali non è vero? Quella fanciulla che ha spopolato grazie al suo romanzo d'esordio "Te lo dico sottovoce"? Ebbene sì, visto che la Scali non è una meteora, e ha un sacco di storie da raccontare a noi lettori, zitta zitta ne ha preparata un'altra, che il primo settembre potrete trovare in tutte le librerie, si tratta di "La distanza tra me e te".
Quindi, secondo voi, quale sarà il premio messo in palio per voi? Ma una copia del romanzo autografata da Lucrezia! Mi sembra un valido motivo per partecipare, oltre al fatto che penso proprio che vi divertire, perchè questo è u blogtour breve e intenso, non avrete modo di annoiarvi. 

Andiamo un po' a scoprire qualcosina in più...

Titolo: La distanza tra me e te
Autrice: Lucrezia Scali
Casa Editrice: Newton & Compton
Pagine: 288
Prezzo: 9,90€ cartaceo - 4,99€ eBook
In libreria: dal 1 settembre 2016
ISBN: 978-88-541-9468-7


SINOSSI:
Isabel abita a Roma: poco socievole, precisa, abitudinaria, programma la sua vita nel dettaglio. Non sopporta le sorprese, non le piace cambiare i suoi piani all’ultimo momento e considera l’imprevisto un vero nemico. Andreas vive in un piccolo bilocale a Torino, dove gestisce l’officina del padre. Ama la compagnia degli altri, il rischio e l’avventura. Due mondi incompatibili, uniti solo da una comune passione: i cani. Entrambi ne hanno uno, a cui sono legatissimi. Ed è proprio quando li accompagnano a una gara, che Isabel e Andreas s’incontrano. O per meglio dire, si scontrano, perché l’impatto non è dei migliori. Quasi per gioco, i due prendono a scriversi su Facebook. Brevi messaggi conditi da ironia e frecciatine. Sarebbe tutto perfetto, se Isabel non fosse sposata e Andreas fidanzato...


L'AUTRICE...
È nata a Moncalieri nel 1986 e qualche anno più tardi si è trasferita a Torino. Il suo amore per gli animali l’ha guidata fino alla facoltà di Medicina Veterinaria di Grugliasco, dove studia ancora. Dal 2012 gestisce un blog, Il libro che pulsa. Te lo dico sottovoce, suo romanzo d’esordio inizialmente autopubblicato, rimasto nella classifica dei libri digitali per oltre tre mesi, è stato pubblicato dalla Newton Compton con un notevole successo e sarà presto tradotto in Germania. La Newton Compton ha pubblicato anche Come ci frega l’amore, in versione ebook, e La distanza tra me e te.



INCIPIT

Quella notte il cielo sembrava diverso, era una tela densa e dipinta di nero che si allargava sopra la mia testa. Mi osservava, come uno spettatore che ha pagato il biglietto e non ha intenzione di rinunciare così presto al suo spettacolo. Anche la luna era meno appariscente, ora che la guardavo meglio, e sfidava le stelle per farmi compagnia in una nuova notte insonne. La causa era sempre e solo lui, lo era da ormai trecentonovantacinque lunghi giorni. Qualcuno, in passato, mi aveva detto che il tempo è in grado di guarire ogni cosa, ma quel qualcuno non poteva sapere che una lama affondata dritta nel cuore l’avrebbe lasciato sanguinare. Per sempre. La mia testa era un viavai di pensieri che non mi davano tregua, vocine insistenti che gracchiavano ininterrottamente e mi sbattevano in faccia la realtà. Quella realtà che, solo a nominarla, mi faceva tremare le ginocchia. Per quanto tempo avrei ancora resistito? Sfiorai con la punta delle dita la ringhiera del terrazzo. Era fredda a contatto con la mia pelle, come l’inverno che si era annidato dentro di me. Sospirai, incapace di trovare sollievo. Raggiunsi il muro che separava il mio appartamento da quello dei vicini, e mi accovacciai. Spostai qualche vaso da terra e raccolsi il diario e la matita. Li avevo nascosti  perché il mondo non sapesse di noi. Perdonami: volevo solo tenerci al sicuro. Mi guardai intorno, la casa era ancora avvolta nel più totale silenzio. L’unica luce era quella della luna. La mia mano si muoveva rapida e continuava a scrivere il suo nome. Riga dopo riga, la pagina si riempiva delle stesse parole. Ogni lettera era un colpo che mirava al centro del mio petto e poi spaccava ogni cosa che incontrava. E con la stessa velocità poi cancellavo tutto, ero una furia. Annerivo la pagina fino al punto di bucarla e continuavo, insistevo, non era mai abbastanza. Sfogavo la rabbia che provavo, ma era un sollievo momentaneo. Lo facevo bastare. Lacrime cocenti mi rigarono le guance e caddero sul foglio, bagnando le righe nere che avevo appena tracciato. Chiusi gli occhi esausta e mi domandai: come eravamo arrivati a quel punto?

Ordunque come vi sembra? Il tarlo della curiosità non ha iniziato a rosicchiare all'interno della vostra testa? Isabel sembrerebbe un tantino provata dal punto di vista emotivo. Sarà per colpa di un uomo? Di un cane? Ehhhh mi piace tenervi sulle spine. Voi partecipate e magari riuscirete a vincere la copia autografata.

Per partecipare al blogtour basterà seguire poche regole e compilare il form in tutti i campi:
Inserire un indirizzo email valido
- Iscriversi come lettori fissi a tutti i blog che partecipano al Blogtour 
Desperate Bookswife (si è il mio lo so!!!)             1° TAPPA - 30/08 -  INCIPIT
Romance & Fantasy for Cosmopolitan Girls        2° TAPPA - 1/09 - RECENSIONE
Il Salotto del Gatto Libraio                                    3° TAPPA - 2/09 - I PERSONAGGI DEL ROMANZO
Book's Angels                                                        4° TAPPA - 5/09 - INTERVISTA
Ilaria Rodella                                                          5° TAPPA - 7/09 - PLAYLIST
- Inserire il nome che appare quando lasciate i commenti sui blog
-Commentare tutte le tappe del blogtour
-Condividere questo giveaway su qualsiasi canale social a vostra disposizione in modalità pubblica.

Potete accumulare punti extra:
-Mettendo mi piace sulla pagina Facebook dell’autrice
Lucrezia Scali
-Mettendo mi piace sulla pagina Facebook della casa editrice
Newton & Compton Editori

Avete tempo per partecipare fino al 10 settembre, l’estrazione avverrà il giorno successivo. Per sapere chi ha vinto una copia autografata del libro, basterà guardare nei post del blogtour (dal form), la pagina dedicata all’evento o seguire la Pagina Facebook dell’autrice.
a Rafflecopter giveaway


giovedì 25 agosto 2016

AAA...Autori Emergenti - Varp e Vichi

Rubrica a cadenza casuale che lascia spazio alle segnalazioni, interviste, o altre curiosità legate agli autori emergenti. 



Titolo: Dietro la Stronza
Autore: Diegus Varp
Casa Editrice: Delos Digital
Pagine: 320
Formato: e-book
Genere: Noir metropolitano
Prezzo: 3,99€

NOTIZIE SULL'AUTORE:
 Diegus Varp. Il nome è un alias. Sono un quasi cinquantenne esordiente nella pubblicazione. Adoro l'arte della scrittura e divoro romanzi di varia natura. Mi sono lasciato ispirare da autori di vario tipo, da Joe Lansdale a Tim Willocks, da John Connolly a Stephen King e ancora Frank Miller, Mike Mignola, Howard Chaykin e ancora David Bowie, Dave Gahan, Brian Molko, Franco Battiato.



TRAMA: 

Una vincita favolosa da dividere in tre, ma è un grosso problema se una dei tre scompare con i soldi. Per una cifra da sogno si è pronti a tutto. Anche seguire la fuggitiva in un'isola dei Caraibi.
E nessun ostacolo è abbastanza grosso da non essere superato per le giuste persone motivate e con pochi scrupoli. Centocinquanta milioni di euro sono davvero tanti…


Titolo: Celeste - La forza di una Regina #2
Celeste - l'ardore di una donna #1
Autore: Cristina Vichi
Casa Editrice: _Self Publishing
Pagine: 346
Prezzo: 2,99€

TRAMA:

La profezia della Vecchia, svelata in punto di morte, sconvolge ogni equilibrio di amore e serenità. 
Celeste, regina di Asserlay, si trova catapultata in un vortice di eventi che sembrano schiacciarla, condannandola a cedere alle prepotenze di chi trama contro di lei. 
Ed ecco lo spirito selvaggio e indomito di una donna che continua a sperare, l’ardore di un’anima che non si può piegare, il coraggio di lottare contro ogni ingiustizia, nonostante tutto. 
Il carattere di Celeste, la sua forza e la sua impulsività cambieranno il destino di chi la circonda: il suo atteggiamento anticonvenzionale non potrà non stupire. 
Finché capirà che il nemico non è solo chi si schiera apertamente contro di lei: il vero nemico è il Passato. 
Celeste (La Forza di una Regina) è il sequel di Celeste (L’Ardore di una Donna). 
Entrambi i romanzi sono autoconclusivi. 
L’epoca in cui sono narrate le vicende non è definita e i luoghi sono inventati. 
Il carattere della protagonista non è volutamente giustificabile per i tempi in cui si svolge la storia.